Sample Sidebar Module

This is a sample module published to the sidebar_top position, using the -sidebar module class suffix. There is also a sidebar_bottom position below the menu.

Sample Sidebar Module

This is a sample module published to the sidebar_bottom position, using the -sidebar module class suffix. There is also a sidebar_top position below the search.
Chi siamo

Comunità Montana Valli del Verbano: un impegno a tutela del territorio

La Comunità Montana Valli del Verbano si estende su una superficie di 30.230 ha e comprende la porzione settentrionale della Provincia di Varese, delimitata a Sud dal massiccio del Campo dei Fiori, a Est dal Lago di Lugano, a Ovest dal Lago Maggiore e a Nord dal confine con la Svizzera.
L’area montana di competenza include i seguenti Comuni:
1. Agra
2. Azzio
3. Brenta
4. Brezzo di Bedero
5. Brinzio
6. Brissago Valtravaglia   
7. Casalzuigno
8. Cassano Valcuvia
9. Castello Cabiaglio
10. Castelveccana
11. Cittiglio 
          12. Cocquio Trevisago
13. Curiglia con Monteviasco
14. Cuveglio
15. Cuvio
16. Dumenza
17. Duno
18. Ferrera di Varese
19. Gavirate
20. Gemonio
21. Germignaga
22. Grantola 
            23. Laveno Mombello
24. Luino
25. Maccagno con Pino e Veddasca
26. Masciago Primo
27. Mesenzana
28. Montegrino Valtravaglia
29. Orino
30. Porto Valtravaglia
31. Rancio Valcuvia
32. Tronzano Lago Maggiore 
 
La Comunità Montana Valli del Verbano è nata dalla fusione tra le ex Comunità Montane “della Valcuvia” e “delle Valli del Luinese” con l’esclusione dei comuni di Bardello, Caravate e Sangiano (in precedenza nella ex CM della Valcuvia) e con l’aggiunta di Ferrera di Varese (prima nella ex CM Valganna – Valmarchirolo). La Comunità Montana promuove, favorisce e coordina le iniziative pubbliche e private rivolte alla valorizzazione economica, sociale, ambientale e turistica del proprio territorio, curando unitariamente gli interessi delle popolazioni locali nel rispetto delle caratteristiche culturali e sociali proprie del territorio montano (Art 2 Statuto). Programma ed attua, per l’area di competenza, la politica per la montagna di cui all’art. 1 della Legge n. 97/94; gestisce gli interventi speciali per la montagna stabiliti dalla Unione Europea o dalle leggi statali e regionali.
 

Natura 2000Nel ruolo di ente gestore di Siti Natura 2000: ZSC IT2010019 Monti della Valcuvia, del IT2010018 Monte Sangiano e SIC Val Veddasca alla Comunità Montana Valli del Verbano compete:

  • gli adempimenti amministrativi dovuti in applicazione alla D.G.R. 14016/2003 e successive modifiche e integrazioni (salvaguardia efficienza e funzionalità ecologica degli habitat e/o specie contribuendo a scala locale all’applicazione della Direttiva Habitat 92/43/CE);
  • gli adempimenti relativi alle procedure per la valutazione di incidenza di piani o interventi (ricevimento domande comprensive di studio incidenza, istruttoria con sopralluogo, analisi, misure di mitigazione e di compensazione, eventuali richieste di integrazioni, determinazioni in merito: autorizzazioni/dinieghi).
  • L'applicazione del Regolamento sulla Disciplina della procedura di Valutazione di Incidenza Semplificata nel territorio della Comunità Montana Valli del Verbano, ai sensi della DGR n.7/14106 del 08.08.2003 e sm approvato con Deliberazione Assembleare n. 15 del 31/03/2014;

 

SIC Val Veddasca 4.919,6 ha
ZSC Monti Sangiano 195,1 ha
ZSC Monti della Valcuvia 1.607,66 ha
TOTALE 6.722,36 HA

 

Natura 2000 2Alla Comunità Montana competono altre funzioni utili a perseguire uno sviluppo sostenibile degli insediamenti urbani, delle attività economiche, industriali, agricole, delle attività culturali, sportive, turistiche e ricreative, dei servizi sociosanitari e delle articolazioni scolastiche, avendo come obiettivo la politica generale di riequilibrio economico e sociale del territorio, perseguendo la massima efficacia degli interventi pubblici. Per tali finalità promuove il coordinamento dei Comuni membri, anche partecipando alla definizione degli atti programmatici comunali, e favorisce lo sviluppo della cooperazione nei diversi settori economici; incentiva e sostiene l’associazionismo locale quale elemento di crescita sociale, culturale e sportiva.

 

A titolo esemplificativo si riportano alcuni ambiti di lavoro dell’Ente.

  • ente delegato al rilascio dell’autorizzazione paesaggistica per la trasformazione del bene vincolato bosco che ricade in ambito assoggettato a vincolo paesaggistico in base all’art. 142, comma 1, lettera g) del D.lgs. 22 gennaio 2004, n. 42 e ai sensi dell’art. 80 comma 3 bis della Legge Regionale 11 marzo 2005 n. 12 e s.m.i.
  • ente delegato al rilascio delle autorizzazioni alla trasformazione del bosco ai sensi dell’ art. 43 della l.r. 31/2008 “Testo unico delle leggi regionali in materia di agricoltura, foreste, pesca e sviluppo rurale” ed alla trasformazione del suolo a Vincolo idrogeologico ai sensi del R.D. 3267 del 30.12.1923 e dell’art 44 della L.R. 31/2008;
  • ente delegato per istruttorie bandi e finanziamenti ai sensi degli artt 24-25 -26 della Legge Regionale 31/08 “Testo unico delle leggi regionali in materia di agricoltura, foreste, pesca e sviluppo rurale” , ente delegato da''Organismo pagatore regionale per istruttorie misure del Piano di Sviluppo Rurale.
  • promuove la conoscenza e la divulgazione in ambito agricolo e forestale attraverso iniziative di formazione e informazione.
  • promuove la conoscenza in ambito ambientale con laboratori didattici e iniziative.
 

Manuale del cercatore

manuale copertina r

Camper micologico itinerante

Camper micologico 2

banner

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione